Pagine

domenica 5 agosto 2012

Da inutile bottiglia di plastica a.... braccialetti allegri per l'estate!

Comincio a pensare che tra una bottiglia di plastica e un maiale ci siano delle similitudini... ho scoperto infatti che, come per il maiale, nulla si butta via della bottiglia di plastica!
Dopo aver realizzato i barattolini per il burro cacao e i portapenne per l'ufficio di cui vi ho raccontato qualche tempo fa mi restavano dei pezzi di plastica e stavo per buttarli nella differenziata, quando mi è balenata una nuova idea per utilizzarli...trasformarli in... perle!
Ehm...no non sono ancora un'alchimista e non ho trovato la formula per trasformare il piombo in oro e la plastica in perle, ma visti i risutlati ottenuti con il portapenne ho pensato che la plastica fusa avrebbe potuto produrre degli effetti simili a quelli del vetro con l'indubbio vantaggio del peso inesistente e della quasi indistruttibilità!  Detto questo ora vi racconto cosa ho combinato...

L'occorrente per questo progetto sarà:
  • una bottiglia di plastica (anzi degli avanzi di una bottiglia di plastica)
  • un accendino (o una candela)
  • uno spillone
  • una pinzetta per le ciglia (facoltativo)
  • filo elastico colorato (circa tre metri per ogni colore)
  • un uncinetto misura 2 (scusate ho dimenticato di metterlo nella foto!)

Prendete un pezzo della vostra bottiglia (se avete realizzato i due progetti precedenti vi avanzerà la parte tra il collo e la metà bottiglia) tagliatelo in sticioline verticali di circa 1, 5 cm, poi prendete due o tre di queste striscioline, sovrapponetele e tagliatele ancora a formare dei quadratini. Non importa che il lavoro sia preciso e che i pezzetti siano tutti uguali visto che poi la plastica verrà fusa.

A questo punto prendete l'accendino o una candela (ve la consiglio perchè è più facile da gestire) e la pinzetta per le ciglia. Con una mano tenete il vostro quadratino chiuso nella pinzetta e con l'altra avvicinate l'accendino acceso quanto basta a deformare la plastica, ma non troppo per non lasciare aloni di bruciato. Appena il vostro quadratino si sarà sciolto il giusto, cominciate a scaldare la punta dello spillone e quando sarà ben calda forate un angolo della vostra prima perlina... il gioco è fatto! Ripetete il lavoro su tutti i quadratini che avete ritagliato.Finita questa prima parte di lavoro tagliate tre metri di filo elastico colorato e piegateli a metà così da ottenere un filo doppio lungo circa un metro e mezzo.
Con l'uncinetto iniziate una catenella sempilce, semplice e portatela avanti per qualche cm (la lunghezza del braccialetto ovviamente dipende dalle dimensioni del braccio che lo deve portare), indicativamente tra i 3 e i 5 cm. A questo punto infilate su uno dei due fili la prima perlinae lavoratela insieme con il filo, fate due o tre catenelle e infilate una seconda perlina, poi una terza e così via fino ad ottenere la parte del braccialetto che starà sopra il polso (indicativamete saranno poco più di 5 cm e si useranno circa sei o sette perline). Proseguire la catenella semplice semplice per pari lunghezza di quella iniziale, chiudere il lavoro e annodare insieme i due capi del bracciale che, essendo elastico non avrà bisogno di chiusure metalliche.
Fatene di più colori e portateli tutti insieme... l'effetto sarà strabiliante!!
P.S. Questa può essere un'idea carina da realizzare con i vostri bimbi (solo il braccialetto) e può essere un'alternativa molto economica a quei terribili braccialetti di cui sono affollate le edicole che sembra siano un must per ogni estate e che ci "costringono" a spendere soldi assolutamente inutili!

2 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie! è davvero facile da realizzare! basta protare un po' di pazienza!

      Elimina