Pagine

lunedì 9 luglio 2012

aceto di mele alla lavanda

Finalmente è fiorita la lavanda! Dovete sapere che il mio comune ha riempito tutte le aiuole intorno a casa mia con tanta lavanda... chiede poca acqua e poca cura... la fioritura è davvero bella e il profumo è meraviglioso e, soprattuto, se ne rubo un po' non faccio un torto a nessuno, anzi faccio un favore ai giardinieri che poi ne devono tagliare di meno!!!

Il mega vaso di aceto alla lavanda in produzione

Fino a un'anno fa pensavo che con i fiori di lavanda, oltre ai sacchetti per profumare la biancheria si potesse fare molto poco, ma mi sbagliavo di grosso! Per curiosità scrissi una mail a Veggie nel suo gruppo di yahoo chiedendole qualche consiglio, poi mi documentai in rete e cercai di capire che cosa potevo produrre e a che scopo e ovviamente scoprii un mondo di cose fantastiche!
Partiamo dalla più semplice, veloce ed economica: l'aceto di mele alla lavanda
Occorrente:
  • un vaso di vetro con coperchio della capienza sufficiente per fare la quantità di aceto desiderata (io ho usato un vaso da tre litri)
  • fiori di lavanda freschi
  • aceto di mele o di vino bianco (personalmente preferisco quello di mele, ma vanno bene tutti e due)
  • una o più bottiglie di vetro (basta conservare quella dell'aceto)

Comincia l'operazione imbottigliamento

Il procedimento per preparlo è davvero semplice, anche se ci vuole un pochino di pazienza...
Infatti bisogna "spigare" i fiori di lavanda, ovvero staccare i fiorellini dal gambo... non è difficile: basta prendere con una mano il gambo e con l'altra strigere tra due dita il fiore e farle scorrere per tutta la sua lunghezza in modo da staccarlo dal gambo! Se raccogliete tanta lavanda il lavoro sarà un po' lungo, ma se lo fate in compagnia come ho fatto io, le chiacchiere vi faranno dimenticare la noia e poi casa vostra non avrà bisogno di profumatori per ambienti o altro perchè in breve un intenso profumo di lavanda si spargerà dovunque! Sarà necessario riempire di circa un terzo il vaso che avete scelto. Arrivati alla giusta quantità versate l'aceto sopra la lavanda e chiudete il vaso con il suo tappo...noterete che in poco tempo l'aceto cambierà colore e diventerà scuro, niente di grave...sono i fiori che regalano il loro colore!
I Fiorellini scoloriti dopo il primo filtraggio
A questo punto il vostro vaso dovrà restare chiuso per una quindicina di giorni, per cui mettetelo in un angolo della cucina (non in pieno sole) e ogni tanto dategli una agitatina.
Passate le due settimane il vostro aceto alla lavanda sarà pronto per essere filtrato e imbottigliato.

Il mega vasone è vuoto...
ora bisogna spremere i fiorellini!

Se potete procuratevi un imbutone di quelli alti che si usano per travasare il vino, "foderatelo" con uno straccio o un ascigamano da cucina, prendete le bottiglie precedentemente lavate e cominciate a versare il contenuto del vaso. Quando avrete scolato tutto l'aceto, nel canovaccio vi resteranno i fiorellini scoloriti, per non perdere nulla dell'essenza della lavanda, prendete uno schiacchia-patate e metteteli dentro spremendoli nell'imbuto fino a strizzarli a fondo. Chiudete bene le bottiglie e ritiratele... il vostro aceto alla lavanda è pronto!!!
Ora però mi chiederete cosa diavolo me ne faccio dell'aceto alla lavanda, visto che sull'insalata non è che proprio ci stia d'incanto!
Beh, semplice, lo uso al posto del balsamo sui miei capelli!
Noooo, non vado in giro sembrando un'insalata troppo condita! L'odore dell'aceto scompare appena i capelli sono asciutti, mentre invece rimane il profumo della lavanda! E il grosso vantaggio è che oltre a lasciare i capelli lucidissimi è anche un trattamento antipidocchi abbastanza efficace! 
Altri possibili utilizzi di questo aceto sono per esempio, come ammorbidente nella lavatrice (ma usatelo con parsimonia, perchè troppo potrebbe colorare la vostra biancheria...) oppure lo potete usare come anticalcare nelle pulizie... insomma...farne una buona scorta non è una cattiva idea!!!
Lo schiaccia-patate pieno di fiorellini da strizzare
Ah...dimenticavo...con lo stesso metodo lo scorso anno ho fatto anche l'aceto alla camomilla per la mia sorellina... ottimo anche quello!!

2 commenti:

  1. io oltre che per i capelli lo sto usando al posto del tonico! lascia la pelle morbida ed elimina il sebo in eccesso...provare per credere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A questo non avevo ancora pensato!!! Brava Lu!

      Elimina